Un Lingotto tutto d’oro: grazie ragazze !!!

 

_VI81817

Uniti si vince !!! Le campionesse provinciali u14 del 2D Lingotto Volley


 

VI8_6146

il presidente Mario Scatà

A distanza di tre giorni lasciatemi dire che ancora non ci credo: sarà un bellissimo sogno che svanirà alle prime luci dell’alba? Invece no, é proprio vero, per la prima volta nella sua lunga e bellissima storia il 2D LINGOTTO é Campione Provinciale Femminile Under 14! Mi vengono i brividi solo a pronunciarlo. Un titolo prestigioso che arriva dopo quello conquistato 8 anni fa dall’ Under 13 di Tilde, guarda caso sempre dopo aver battuto in finale l’InVolley.10 ragazze (Battisti non c’entra!) fantastiche, guidate da un allenatore ancora giovane ma già di provata esperienza, una allieva-allenatrice esordiente a questi livelli ma più che promettente, un vice-allenatore, per l’occasione, navigato, che ha portato quel pizzico di serenità e di saggezza indispensabili e una dirigente poco amante della scena ma preziosissima, hanno saputo trascinare la squadra biancoblù sul gradino più alto del volley provinciale.

E’ stata una sinfonia, anzi un crescendo rossiniano che partendo dalle prime timide esibizioni che comunque lasciavano intravvedere già potenzialità notevoli, testimoniate dalle prove di rilevante spessore mostrate in occasione di tornei giovanili importanti come quello di Acqui o l’Anderlini, passando per una regular season non scevra da problemi assortiti come i diversi infortuni, alcuni anche gravi, che hanno funestato la formazione allenata da SuperPigna, é culminata nella indimenticabile Final Four dell’8 Marzo, da ribattezzare “Festa delle ragazze del Lingotto”.

Al mattino una semifinale a Rivara dominata senza se e senza ma contro un comunque combattivo Balamunt, nel pomeriggio una sorprendente (ma non per tutti) quanto netta vittoria a Rivarolo nella finalissima contro il fortissimo ma ormai ex-imbattibile InVolley.

La battuta (micidiale in particolare il filotto di Bea, che apparirà per lungo tempo negli incubi notturni delle ragazze chieresi, ma tutte quante hanno servito con grande positività) e la ricezione sono state la base di partenza di un gioco tanto variegato quanto efficace che ha avuto la sua finalizzazione nella sapiente regia di Andreia e nella forza dirompente dei suoi implacabili terminali offensivi: non uno in particolare ma tutti e 5 gli altri componenti del sestetto sono stati infatti messi in grado di mettere a segno punto su punto, senza pietà per il muro avversario o per il malcapitato difensore di turno.

Può sembrare la solita frase retorica ma mai vera e non banale come in questa occasione: é stata la vittoria del Gruppo, con la G maiuscola, ottenuta facendo quadrato con grande determinazione e spirito di squadra di fronte alle non poche difficoltà che l’incontro presentava, non ultima il fatto di dover fronteggiare una formazione fortissima, dotata di elementi di grande qualità soprattutto nei fondamentali di attacco e giustamente data per super favorita non fosse altro che per il fatto di aver vinto nettamente le due gare della regular season.

Il fatto é che queste ragazze sono cresciute in maniera esponenziale, settimana dopo settimana, sia sotto l’ aspetto tecnico e tattico che nell’autostima, senza mai cadere nella presunzione, e hanno saputo presentarsi al massimo della forma all’appuntamento più importante (almeno fino ad ora…) della stagione.

Beatrice come miglior attaccante ed Eugenia (Gege per i tifosi) come MVP sono state le punte di diamante di una formazione compatta e granitica che ha visto tutti, ma proprio tutti i suoi elementi esprimersi al massimo: sia quelle che sono scese in campo, da Alessandra, capitano coraggioso quasi perfetto in ogni fondamentale, a Martina, un po’ naif ma padrona assoluta della zona 3, dalla già citata Andreia, che ha compiuto miglioramenti incredibili in soli pochi mesi, alla bravissima Giuditta, che a dispetto della sua tenera età ( 2002!!!) si é disimpegnata con grande sicurezza quasi fosse una abitudine per lei calcare questi palcoscenici, sia quelle che sono rimaste in panchina a soffrire e a tifare da indiavolate per le compagne, tutte comunque fondamentali per il loro apporto durante la stagione e certamente per il futuro: Camilla, Cecilia, Federica e la sfortunatissima Carlotta, che speriamo di poter rivedere prestissimo in campo.

Davvero una giornata trionfale e memorabile, che ha cancellato in un colpo solo, almeno per un momento, tutte le ansie e le preoccupazioni che la gestione di una società importante come il 2D LINGOTTO comporta, e che costituirà sempre un particolare motivo di orgoglio per il sottoscritto, che ha l’onore di rappresentarla.

Per concludere davvero un grosso grazie alle splendide 10 ragazze e a tutto lo staff tecnico e dirigenziale che ha permesso alla società di vivere un momento di gloria così intenso e che rimarrà indelebile nella sua storia.

Ma che non finisce qui…

Mario

Share This Post On